Lusso

Monte Carlo Yachts annuncia il suo nuovo yacht di 24 metri che sarà presentato a Monfalcone, Italia questa estate e in anteprima mondiale nel corso del prossimo Cannes Yachting Festival il prossimo autunno (6-11 settembre 2016).

Monte Carlo Yachts MCY 80 01

Picture 1 of 10

Il nuovo modello, il sesto della collezione, è posizionato idealmente tra il premiato MCY 76 e l’MCY 86, e continua nella tradizione Monte Carlo
Yachts di coniugare design visionario con risultati concreti.

Con il compito di progettare il nuovo MCY 80, il team di Nuvolari Lenard e Monte Carlo Yachts hanno dovuto affrontare più di una semplice creazione di un nuovo yacht.

La sfida era quella di elevare il concetto stesso di yacht a nuove altezze. Il mantra MCY è quello di creare imbarcazioni che uniscono il meglio del lusso e funzionalità con prestazioni eccezionali.

“Con Monte Carlo Yachts puntiamo sempre al massimo dello spazio e del comfort, ma non dimentichiamo mai che stiamo costruendo un’imbarcazione, non una villa,” precisano i designer Carlo Nuvolari e Dan Lenard. “Il MCY 80 è uno yacht sensazionale, agile e slanciato. Nel progettarlo, ci siamo ispirati a un ideale di eleganza e raffinatezza, che abbiamo trasferito dai disegni al prodotto reale.”

Con i suoi 24 metri, il nuovo MCY 80 si posiziona al terzo posto della collezione in quanto a dimensioni, offrendo puro piacere di navigazione e un’esperienza di crociera e di comfort impareggiabile. Grazie a esterni dalle linee armoniose ben definite che accentuano luce e spazio sul ponte principale, il MCY 80 vanta un look sinuoso e moderno, ma non per questo minimalista. Elementi connotanti sono un’area di prua dedicata all’intrattenimento ed un ponte portoghese che nessun altro yacht di tali dimensioni può vantare.
Il flybridge, peculiarità immancabile della gamma MCY, può essere corredato di una Jacuzzi, di una spaziosa area bar e di chaise longue: un angolo di paradiso esterno, lussuoso quanto intimo.

Continue reading

Pershing 11513 maggio 2013 – Varata negli scorsi giorni presso la Marina dei Cesari di Fano la decima unità del Pershing 115’, ammiraglia della flotta del brand del Gruppo Ferretti.

Frutto della collaborazione tra l’architetto Fulvio De Simoni, AYTD – Advanced Yacht Technology & Design e gli ingegneri e designer del Gruppo Ferretti, il maxi yacht di 35 metri si caratterizza per ricercatezza estetica e performance. Nel segno della tradizione che ha reso Pershing 115’ un modello “senza tempo”, lo scafo numero 10 è caratterizzato da linee esterne sinuose e decise, e da prestazioni notevoli,

Tra le innovazioni tecnologiche, il particolare sistema di entertainment e domotica a bordo, altamente innovativo e in grado di gestire direttamente dai dispositivi Apple collegati – come iPad e iPhone – i sistemi audio, video e di illuminazione, oltre che dare la possibilità di monitorare le utenze e l’impiantistica di bordo.

Continue reading

Benetti Yacht

Benetti, brand del gruppo Azimut | Benetti, leader mondiale nel settore dei megayacht celebra i suoi 140 anni di storia con una campagna pubblicitaria focalizzata sui valori che hanno accompagnato il Cantiere nel tempo. La campagna è pianificata on/off line per tutto il 2013 sui principali media mondiali del settore nautico, ma anche lusso, lifestyle, economici e finanziari.

La campagna, sintetizzata nella headline “Being Unique is an Art”, evidenzia la capacità di Benetti di mettere l’armatore al centro di ogni progetto ed interpretare con esperienza, competenza e flessibilità le sue esigenze.

Eccellenza in fatto di ricerca stilistica, progettazione e costruzione dal 1873 sono al servizio del cliente per plasmare uno yacht unico. Come un’opera d’arte.

Continue reading

 

Guilty è lo yatch commissionato a Jeff koons da Dakis Joannou, per soddisfare la parte più “bizzarra” del proprio ego.

La rappresentazione grafica sembra ispirarsi ad un disegno mimetico della prima guerra mondiale.

Il design dell’imbarcazione è di Ivana Porfiri.

Una galleria completa dello yatch si può trovare su AT CASA, da cui è tratta anche la foto di testata.

 

Rolex Fastnet Race - foto Borlenghi

La Rolex Fastnet Race una regata organizzata dal Royal Yacht Squadron e dal Royal Western Yacht Club di Plymouth che si svolge in agosto, partenza al largo di Cowes, isola di Wight. La flotta attraversa il mar Celtico, raggiungere il faro di Fastnet al largo dell’Irlanda e percorrere poi il medesimo percorso a ritroso fino a Plymouth.

La Rolex, nonostante sia title sponsor della mitica Fastnet fin dal 2001, ha deciso di rinnovare il contratto fino al 2021.

Oltre a questa, la casa di orologi svizzera sponsorizza anche la Sydney Hobart Race, la Middle Sea Race, la China Sea Race, il Farr 40 World Championships, International Rolex Regatta nelle US Virgin Islands e il ISAF World Sailor of the Year Awards.

Via | regattanews.com – Photo By: Rolex / Carlo Borlenghi

Il 118 Wallypower, col suo concentrato di innovazione in termini di design e tecnologia, è l’imbarcazione scelta per rappresentare la personalità e il successo del protagonista del film The island, con Ewan McGregor (Tom Lincoln e Lincoln Sei Echo) e Scarlett Johansson (Sarah Jordan e Jordan Due Delta).

Nel film infatti la barca è battezzata, non a caso, Renovatio.

Il Wallypower 118 è un Fast Motor Yacht lungo 118 piedi (36 metri) per un baglio di 9.00 metri ed un dislocamento a medio carico di 95 tonnellate. Monta 3 motori DDC TF50 Gas Turbines che sviluppano una potenza di 5600 HP ognuno. E’ dotato anche un sistema di motori di supporto in caso di avaria formato da 2 Cummins da 370 HP l’uno.

La velocità di crociera è di 60 nodi (111 km/h), 70 nodi la massima. La capacità del serbatoio è di 22.000 litri. L’autonomia è di 380 miglia. Se ne evince facilmente che i consumi a velocità di crociera sono di un certo livello, 58 litri per un miglio. Si può comunque aumentare l’autonomia viaggiando a 9 nodi, con un consumo di circa 15 litri per miglio si possono raggiungere le 1500 miglia di autonomia. Il prezzo intorno ai 22 milioni di Euro.

The Island è un film del 2005 diretto da Michael Bay il cui tema principale è la condanna della clonazione umana a scopo di trapianto.

Info su www.wally.com

 

Per suggellare un momento magico come quello del matrimonio, Brad Pitt ha scelto di regalare alla futura sposa un rarissimo Patek Philippe minute repeater.

La star holliwoodiana è andata direttamente a Ginevra per scegliere l’opera da 250 mila dollari.

Si tratta di una ripetizione minuti, cioè una complicazione in un orologio meccanico che suona il tempo a richiesta, attivando un pulsante o un cursore.

Questa strategia fu introdotta quando ancora non esisteva la corrente elettrica e quindi per sapere che ore fossero, si dovevano “ascoltare i battiti” dell’orologio.

Inizialmente diffusa tra gli orologi da comodino, questa tecnica venne applicata più tardi anche agli orologi da polso.

Wally costruisce da sempre imbarcazioni dal design non convenzionale e con soluzioni estremamente innovative, la nuova linea dislocante WallyAce non fa eccezione.

La prima unità dell’innovativa linea dislocante WallyAce 26m, il Kanga, è stato varato a Marina di Ravenna.

“Oggi Wally si apre ancora una volta una nuova percorso nello Yacht Design – dice entusiasta Luca Bassani, Presidente e Fondatore di Wally – Siamo ben conosciuti per i nostri performance yachts: WallyAce è anche lui un peformance yacht e corrisponde perfettamente alla sua mission di mettere a disposizione degli armatori e dei suoi ospiti più volumi, più confort e più stabilità con una grande riduzione dei consumi, dei rumori e delle vibrazioni, catturando gli amanti delle lunghe crociere e della vita in baia. Le sue linee di carena sono classiche ma contemporanee e riflettono lo stile inconfondibile Wally.
Caratteristiche uniche

WallyAce 26m Kanga è caratterizzata da diversi segni distintivi, rispetto alle altre barche della sua categoria:

Continue reading

Ferretti Custom Line, uno degli otto marchi del Gruppo Ferretti, cantiere attivo nella produzione di maxi yacht in vetroresina da 26 a 38 metri, nel mese di giugno ha varato tre nuove imbarcazioni. Rispettivamente nei cantieri di Ancona, Cattolica e La Spezia.

Ferretti Custom Line Navetta 33 Crescendo

I tre yacht sono una Navetta 33 Crescendo, l’undicesimo della linea, e due Custom Line 100’, quinto e il sesto della categoria da 100 piedi.

Navetta 33 Crescendo e Custom Line 100’ nascono dalla stretta collaborazione tra lo Studio Zuccon International Project, l’AYT – Advanced Yacht Technology, il centro di ricerca e progettazione navale del Gruppo Ferretti, e il team di architetti e designer del Centro Stile interno.

Il Custom Line 100’, che fa parte della linea planante, presenta caratteristiche innovative: all’esterno le linee moderne rendono il profilo molto sportivo. Gli interni sono arredati con il massimo della raffinatezza e offrono il giusto compromesso tra comfort e sportività, per essere così in grado di soddisfare gli armatori più esigenti. Gli spazi interni sono ampi e funzionali, con un’estrema lucentezza, proveniente sia dall’ambiente che dalle numerose viste panoramiche, permesse dalle grandi vetrate di bordo.

Ferretti Custom Line 100 Piedi

Navetta 33 Crescendo, che è un’imbarcazione dislocante, è concepita come se fosse una vera e propria “villa sul mare” dove vengono sviluppati al massimo il comfort, gli ampi spazi e la luce naturale. In particolare, Navetta 33 Crescendo ridefinisce la funzionalità di alcuni ambienti in cui il contatto con il mare viene amplificato attraverso soluzioni innovative. Le classiche linee esterne del modello “Navetta” si integrano armonicamente con il design interno di gusto contemporaneo e completamente personalizzabile in base alle scelte dell’armatore.

Info su ferrettigroup.com

Perini Navi Group ha annunciato la consegna del 52esimo esemplare a vela della flotta Perini Navi, la seconda unità della nuova serie di 50 metri in alluminio.

Progettata dagli architetti navali di casa Perini, in collaborazione col neozelandese Ron Holland, la C.2173 ha lo scafo in alluminio, con linee filanti e aggressive, grazie ad un’accentuata verticalità delle appendici la lunghezza al galleggiamento è più estesa e, dunque, le prestazioni migliori.

Il piano velico, realizzato dalla Divisione Alberi Perini Navi, che già in passato ci ha stupito quanto a soluzioni innovative, è a ketch ed è in grado di sviluppare una superficie velica di oltre 1400 metri quadrati gestiti da 11 reel captive winches.

Gli alberi di maestra e mezzana, alti rispettivamente di 56,7 e 43 metri, sono in alluminio mentre boma avvolgibili e crocette sono in carbonio.

Nello scafo, a poppa, un portellone di poppa si trasforma in un’ampia piattaforma da bagno. Il tender di 19 piedi si colloca a prua, in un vano completamente incassato in coperta. Nello stesso vano anche le componenti di un piccolo catamarano per il day sailing. La sovrastruttura è stata completamente ripensata per ospitare due ampi skylight.

Le specifiche tecniche della C.2173

Continue reading

Categories