Pershing 11513 maggio 2013 – Varata negli scorsi giorni presso la Marina dei Cesari di Fano la decima unità del Pershing 115’, ammiraglia della flotta del brand del Gruppo Ferretti.

Frutto della collaborazione tra l’architetto Fulvio De Simoni, AYTD – Advanced Yacht Technology & Design e gli ingegneri e designer del Gruppo Ferretti, il maxi yacht di 35 metri si caratterizza per ricercatezza estetica e performance. Nel segno della tradizione che ha reso Pershing 115’ un modello “senza tempo”, lo scafo numero 10 è caratterizzato da linee esterne sinuose e decise, e da prestazioni notevoli,

Tra le innovazioni tecnologiche, il particolare sistema di entertainment e domotica a bordo, altamente innovativo e in grado di gestire direttamente dai dispositivi Apple collegati – come iPad e iPhone – i sistemi audio, video e di illuminazione, oltre che dare la possibilità di monitorare le utenze e l’impiantistica di bordo.

Va segnalata inoltre l’innovativa slitta nel garage di poppa che permette di agevolare le manovre di varo e alaggio del tender e una nuova tipologia di apertura dell’hangar di prua.

Pershing 115#10 presenta un layout a quattro cabine (una suite armatoriale e tre cabine ospiti), in grado di ospitare un totale di 10 persone, e tre cabine equipaggio con 5 posti letto. Tratto distintivo di ogni Pershing 115’ è la personalizzazione che contribuisce a rendere l’ammiraglia della flotta un prodotto unico, ogni volta diverso dal modello precedente e customizzabile secondo le esigenze dell’armatore.

Peculiarità di questo esemplare è l’eleganza che distingue l’allestimento degli interni, caratterizzati da una essenza con texture virata sui toni del grigio, che ben si abbina al classico metallizzato degli esterni e dello scafo, creando così un elemento di continuità tra i vari ambienti dello yacht. Un ulteriore segno distintivo è rappresentato dai numerosi inserti in Alcantara™, sui toni sabbia ed ecru, presenti nelle rifiniture di soffitti, pareti e porte, che rendono Pershing 115#10 una barca dallo stile estremamente contemporaneo.

L’imbarcazione è motorizzata con due propulsori MTU 3510 mhp abbinati alla spinta applicata di due idrogetti Kamewa.

Leave a Reply

Categories