David Bowie è… In mostra

David Bowie con il suo eclettismo – nella sua vita ha anche disegnato costumi, scenografie e copertine di album – non solo ha influenzato gli ultimi 50 anni di musica ma con il suo trasformismo ha lasciato la sua impronta su tutta la scena culturale internazionale.

Come negli anni ’70, quando nei panni di Ziggy Stardust porta in giro uno show dove il vero Bowie e la figura teatrale si confondono tanto da rendere sottilissimo il confine tra realtà e finzione scenica.

Ora, in concomitanza con l’uscita del nuovo album The Next Day, anticipato dal singolo Where Are We Now?, il grande artista sarà per la prima volta protagonista di una retrospettiva internazionale dedicata alla sua evoluzione.

Supportata da Gucci e Sennheiser, al Victoria and Albert Museum saranno in mostra 300 oggetti, testi autografati di canzoni, film, strumenti musicali e più di 60 costumi di scena, tra i quali il vestito di Ziggy Stardust disegnato da Freddie Burretti, le creazioni di Kansai Yamamoto realizzate per la tournée Aladdin Sane e il cappotto creato da Bowie e Alexander McQueen per la cover dell’album Earthling.

Martin Roth, il Direttore del V&A, dice: “David Bowie è una vera e propria icona, ora più che mai rilevante nella cultura moderna e popolare. “Le sue innovazioni radicali in campo musicale, teatrale, della moda e dello stile ancora oggi riecheggiano nel settore del design e della cultura visiva e continuano ad ispirare artisti e designer di tutto il mondo. Siamo entusiasti di presentare la prima mostra mai tratta dall’Archivio David Bowie

Info su www.vam.ac.uk

Leave a Reply

Categories