salone-nautico-genova-2011

Vista e considerata anche la crisi che attanaglia il settore, il fisco ha deciso di rivedere il peso della nautica da diporto sul redditometro. Ora possedere una barca vale quanto una roulotte e i moltiplicatori per “costruire” il reddito presunto sono più vicini alla realtà. E’ inoltre più accettabile il peso reddituale dei costi di mantenimento.

Il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 24 dicembre 2012, dal titolo “Contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva sulla base dei quali può essere fondata la determinazione sintetica del reddito”, si applica a partire dal mese di marzo 2013 ma parte ad analizzare le dichiarazioni presentate per l’anno d’imposta 2009 (ndr. lo stato italiano non perde il vizio di non mantenere i patti col contribuente dando carattere di retroattività ai propri provvedimenti).

Con la revisione la presunzione del reddito per l’acquisto di una barca è ora valutata con gli stessi criteri utilizzati per un caravan o un immobile, senza moltiplicatori e coefficienti finalizzati ad innalzare la capacità contributiva del diportista.

Il contenuto induttivo fa riferimento all’incremento patrimoniale meno il finanziamento. Se il prezzo pagato per l’acquisto della barca è di 100 mila euro, di cui 70 mila risultano quale prestito della banca, i conti si fanno quindi sulla differenza, sui 30 mila euro di “incremento patrimoniale”.

La stessa cosa vale per la rata del leasing nautico, che viene adesso considerata come un qualsiasi canone di affitto di un immobile.

Questa la tabella del contenuto induttivo

Unità a motore

4-7 metri – 400 euro per metro
7-10 metri – 700 euro per metro
10-14 metri – 1600 euro per metro
14-18 metri – 3000 euro per metro
18-24 metri – 5500 euro per metro
sup.ai 24 metri – 12000 euro per metro

Unità a vela

4-7 metri – 200 euro per metro
7-10 metri – 350 euro per metro
10-14 metri – 700 euro per metro
14-18 metri – 1500 euro per metro
18-24 metri – 2500 euro per metro
sup. ai 24 metri – 5500 euro per metro

Link al decreto DECRETO 24 dicembre 2012 | Contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacita’ contributiva sulla base dei quali puo’ essere fondata la determinazione sintetica del reddito. (12A13737) (GU n.3 del 4-1-2013) www.gazzettaufficiale.it

Leave a Reply

Categories