In contemporanea in tre Continenti, con eventi previsti a Shanghai, Berlino e New York, Volkswagen presenta la 21st Century Beetle.

Riprende il design della prima Maggiolino del 1938, 21,5 milioni di esemplari venduti, e segue la New Beetle a trazione anteriore del 1998, un milione di unità vendute. La terza generazione di Beetle – in Europa dal prossimo novembre – è opera di Walter de Silva, responsabile del design del Gruppo, e di Klaus Bischoff, responsabile del design della Volkswagen.

Mantiene la piattaforma a trazione anteriore ed ha proporzioni completamente nuove, più larga di 88 mm, più lunga di 152 mm e più bassa di 12 mm, la linea del tetto è più piatta. Più grintosa e più virile – afferma Volkswagen – Nuova Beetle si distingue anche per la possibilità di montare ruote fino a 19 pollici di diametro e per la presenza in abbinamento con i motori TSI 160 e 200 Cv dell’inedito spoiler posteriore.

Sarà disponibile nelle tre linee di allestimento Beetle, Design e Sport, con dotazioni particolarmente ricche in cui si segnala il Sistema audio Fender realizzato in collaborazione con Panasonic (previsto un Bassbox aggiuntivo e 400 Watt di potenza). Previsti tre motori benzina TSI con 105, 160 e 200 Cv di potenza e due TDI a gasolio da 105 e 140 Cv. Tutti e cinque possono essere richiesti in abbinamento al cambio a doppia frizione DSG.

Info su it.volkswagen.com

La versione 1.4 TSI 160 Cv con cambio DSG a 7 rapporti, è accreditata di un consumo nel ciclo combinato di 5,9 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 139 g/km.

Leave a Reply

Categories